notizie

Sandra Boninelli

" I DIS CHE I MINATORI"

Apri la locandina

L'ARCHIVIO E' APERTO

AUGURI!!!!!!!!...... A CHI MI VUOLE BENE !!!!


L'amico Guido, mi ha con sorpresa mandato un suo bellissimo lavoro manuale che volentieri inserisco,
sta a dimostrare la profonda amicizia che reciprocamente ci scambiamo da tantissimi anni, quindi, visto che ho un sito, ho deciso che se Guido mi manda i suoi lavori, io li inserirò sempre; ciò mi permette anche di girare a tutti gli amici e amiche che mi vogliono bene, questi suoi lavori, come Augurio per il nuovo anno...e per quelli che verranno !!!!.

" LONTANO-PRESENTE "



Gocce per l’Africa vi propone la partecipazione allo spettacolo

Migranti: voci, poesie, canzoni.......immagini
con Sandra Boninelli, Candelaria Romero e Doudu Koate

Domenica 16 dicembre 2012 alle ore 17
Al termine dello spettacolo ci sarà un gustoso aperitivo


La finalità oltre che vedere un bellissimo spettacolo, è quella di sostenere l’associazione Gocce per l’Africa per un nuovo obiettivo delle sue attività in Togo: migliorare la produzione di riso nelle campagne di Akossombo, nel dipartimento di Vogan.

Ci troviamo nella Chiesa di San Fermo in via Santi San Fermo e Rustico a Bergamo




Il contributo richiesto per l’aperitivo é libero, a discrezione di ogni partecipante.

Marco Roncelli che tornerà dal Togo il 14 dicembre illustrerà brevemente i punti principali del progetto

Durante la serata sarà possibile aderire a Gocce per l’Africa-ONLUS e avere informazioni sulle sue attività.

Chi lascia il suo indirizzo di posta elettronica riceverà le relazioni periodiche predisposte da Gocce per l’Africa.

Per informazioni rivolgersi a Rosaria e Marco telefono 035 574796 o 349 3548947
E-mail: gocceperlafrica@email.it

Si ringraziano gli artisti per la gratuità della loro partecipazione e la Comunità di San Fermo per l’ospitalità.

Per la rassegna : IL TEATRO VIVO 2012 : " I DIS CHE I MINATORI ".

Apri la locandina
Giovedì 8 Novembre ore 21.00 c/o sala Porta S. Agostino, Bg. Ingresso libero.

" LONTANO PRESENTE "



Mediterraneo- Emigrazioni e culture è il tema che, La Tavola della pace di Bergamo, l’associazione Le Piane di Redona, il Coordinamento enti locali per la pace e il Tavolo asilo, propongono per la rassegna 2012 di Lontano Presente.

Quattro incontri progettati pensando alle preoccupazioni espresse dai concittadini verso gli immigrati che da qualche anno arrivano nella bergamasca e in Italia, alla paura di essere invasi dalle “masse” provenienti da molti paesi del mondo, alla sensazione che il nostro paese sia particolarmente toccato dal fenomeno migratorio che in realtà è un fenomeno mondiale

In modo divulgativo, ma nello stesso tempo di alto livello, i relatori proporranno una riflessione sul fenomeno migratorio a partire dai nostri emigranti, dalla nostra storia di popolo del Mediterraneo insieme ad altri popoli mediterranei.

La rassegna inizierà venerdì 5 ottobre con uno sguardo d’insieme sulle storie del Mediterraneo condotto da Gianluigi della Valentina – professore bergamasco- dal titolo “ Da Ulisse alle carrette del mare”.

Continuerà venerdì 12 ottobre con canti e musiche, letture di testi poetici e molte immagini, con Sandra Boninelli, Candelaria Romero, Angelo Bonfanti e Doudu Kouate. Le canzoni sono di migranti italiani, spagnoli, greci, albanesi, turchi,.......come anche i testi che saranno letti. Le immagini sono tratte da vecchi film e da documentari di oggi.

Il 19 ottobre con un titolo molto evocativo “L’Itaca che ci portiamo dentro” Caterina Pastura, del comitato di redazione della casa editrice Mesogea dialogherà con due scrittori sulle culture del Mediterraneo: Amara Lakous e Roberto Alajmo.

La rassegna di chiude il 26 ottobre con un film “Un tocco di zenzero” del regista greco Tassos Boulmetis. Il film darà modo di conoscere una forma di “emigrazione obbligata”, quella che porta una grande comunità greca insediata in Turchia a essere deportata in Grecia. Le molte scene “culinarie” del film faranno scoprire le affinità tra le varie cucine mediterranee. La serata del 26 ottobre si concluderà con assaggi di cibi mediterranei.

La rassegna si terrà al cineteatro Qoelet in via Leone XIII n. 22 nel quartiere di Redona a Bergamo.

INCONTRO SUL TEMA " LE DONNE NELLA RESISTENZA "

Apri la locandina

" INIZIATIVE PER LA FESTA DEL LAVORO "

Apri la locandina

GRANDE CONCERTO del NUOVO CANZONIERE ITALIANO AL TEATRO VALLE DI ROMA


All'interno della " Permanenza cap 8 "con Adriana Borriello e in occasione dei 50 anni del Nuovo Canzoniere Italiano, domenica 29 gennaio alle ore 19.00, l'Istituto Ernesto de Martino e il Circolo Gianni Bosio presentano al Teatro Valle occupato il :

GRANDE CONCERTO del NUOVO CANZONIERE ITALIANO

CON :

Fausto Amodei, Gualtiero Bertelli, Giovanna Marini, " I Giorni Cantati di Calvatone e Piadena ",
Sandra Boninelli e Giuliano Piazza, Paolo Pietrangeli, Alessio Lega, Andrea Labanca, Quartetto
Urbano, Paolo Ciarchi e Claudio Cormio, Rudi Assuntino, Piero Brega, Sara Modigliani, Marco
Rovelli.

Il Nuovo Canzoniere Italiano è il nome di un collettivo di studiosi e cantori che, a partire dal 1962,
diedero vita a Milano ad una rivista e ad un gruppo musicale con l'obiettivo di riscoprire e riproporre la ricca tradizione del canto popolare e sociale italiano.
Tra i suoi principali esponenti : Gianni Bosio, Roberto Leydi, Cesare Bermani, Franco Coggiola, Sandra Mantovani, Michele L. Straniero, e Fausto Amodei quest'ultimi entrambi provenienti dall'esperienza del Cantacronache di Torino, primo storico gruppo italiano a proporre una nuova canzone d'autore e una riscoperta e riproposta del canto sociale e di protesta: e ancora Giovanna Marini, Caterina Bueno, Ivan della Mea, Rudi Assuntino, il Gruppo Padano di Piadena.
Nacquero così spettacoli importanti come il " Bella Ciao ", cui partecipò anche Giovanna Daffini, che a Spoleto nel 1964 suscitò scandalo, interrogazioni parlamentari e denunce, e come il " Ci ragiono e Canto " nel 1965 con la regia di Dario Fo.
Nacque la collana discografica de " I Dischi del Sole " che, fino al 1980, in oltre 278 vinili, ha fatto conoscere il lavoro di ricerca di gruppi artistici tra cui il Canzoniere del Lazio con Sara Modigliani, Piero Brega e Carlo Siliotto, il Canzoniere popolare di Bergamo con Sandra e Mimmo Boninelli, Sergio Cisani, Gianfranco Borali, Luigi Battaglia, il Nuovo Canzoniere Milanese con Ezio Cuppone, Antonio Catacchio, Diego de Palma, Franco Mascetti, Gabriella Merlo, Patrizia Cotta Ramusino e Cristina Pederiva, il Nuovo Canzoniere Veneto con Gualtiero Bertelli, Luisa Ronchini e Alberto D'Amico, il Gruppo Operaio " E Zezi " di Pomigliano d'Arco, insieme ad una nuova canzone d'autore attenta alle lotte e alle aspirazioni del mondo popolare e proletario, con lavori di Paolo Pietrangeli, Alberto D'Amico, Pino Masi, Alfredo Bandelli e ancora Franco Coggiola e Rosa Balistreri.
Tutto questo lavoro continua ancora oggi nell'attività dell'Istituto E. de Martino a Sesto Fiorentino, del Circolo Gianni Bosio a Roma e della Lega di Cultura di Piadena.
Grazie alle loro iniziative non si è disperso il racconto di un'Italia altra che lotta e resiste in nome della dignità e dell'autonomia delle classi sociali non egemoni e, anzi, in questi anni, accanto agli esponenti del NCI si sono avvicinate nuove generazioni di artisti e cantori come Giuliano Piazza cantastorie bolognese, Andrea Labanca, Alessio Lega e Marco Rovelli che parteciperanno a questa speciale serata.
Questo concerto del Valle occupato sarà dunque un momento di racconti cantati di fatti storici, di canti ormai diventati simbolo della lotta politica contro il potere e contro le sopraffazioni dell'uomo sull'uomo ma anche di storie d'amore del popolo che vive, canta e si racconta.
Molti dei fondatori di questo gruppo non sono più tra noi, come Franco Coggiola, Michele L. Straniero, Caterina Bueno, Alfredo Bandelli, Luisa Ronchini, Ivan della Mea, ma verranno ricordati cantando le loro canzoni in una serata che, speriamo possa essere ascoltata anche dai giovani che scopriranno che molti dei canti che cantano credendoli popolari, hanno un autore che vedranno al
Teatro Valle per la prima volta.

REGALO DI GUIDO


Per Natale, il caro amico Guido di Rovigo, mi ha inviato questa bellissima coroncina natalizia, frutto della sua spiccata manualità.
Lo ringrazio di cuore per la sua stupenda amicizia........così colorata e viva !!!!
Grazie Guido, buon anno anche da te e ......scusa il ritardo.

>> PAG 1 >> PAG 2 >> PAG 3 >> PAG 4 >> PAG 5 >> PAG 6 >> PAG 7 >> PAG 8 >> PAG 9 >> PAG 10 >> PAG 11

 

 

&1 lab comunicazione visivaPrivacy policy - Cookie policy

 
fonti orali materiale prodotto biografia contatti proposte spettacoli immagini download notizie spettacoli dedicato a Caterina Bueno spettacoli